Consigli su Finanza e Investimenti

Gli Insegnamenti del 2020 su Economia e Borse

Il 2020 è stato un anno complicato per tutte le economie e i settori del mondo compresi i mercati finanziari.

Nonostante siamo in tempo di pace, la pandemia da Covid-19 ha causato una forte contrazione dell’economia.

L’impatto negativo si è visto sui guadagni di moltissime aziende e, come sempre in questi casi, le conseguenze si sono versate su mercato finanziario che, da Febbraio 2020, ha subito un rapido e costante crollo.

Nonostante tutto, quest’anno così complesso ci ha insegnato qualcosa. Anche dai momenti più difficili, i bravi investitori, riescono ad imparare ad affrontare le sfide future.

Ecco dunque gli insegnamenti di fondamentale importanza del 2020 che gli investitori consapevoli dovrebbero sempre tenere a mente!

I Tempi dell’Economia e della Finanza Non Sono Sempre gli Stessi

Negli ultimi mesi gli investitori sono rimasti esterrefatti da come le borse abbiamo subito un intenso e rapido recupero delle quotazioni. La pandemia non ha ceduto. Certo, è arrivato il vaccino e qualche luce in fondo al tunnel comincia a vedersi ma, la verità è che, il contesto sanitario, è ancora molto critico.

Non solo la pandemia, ma anche la crescita economica non dà cenni di ripresa. I dati sono pessimi.

I trimestri peggiori del 2020 per l’economia sono stati infatti il secondo e il quarto. Al contrario, per le borse mondiali, sono stati i migliori.

Questo, sebbene ad occhio inesperto possa sembrare un’anomalia, non è così. La differenza sta nel punto di vista. Se l’economia guarda al presente e al passato e subisce le conseguenze di atti già compiuti, il mercato finanziario guarda al futuro e cerca di “predirlo”. È anche il motivo per cui l’economia è una scienza certa, mentre il mercato finanziario è basato sul rischio.

Quello che è successo nel 2020, in poche parole, è questo:

Appena uscita la notizia della pandemia, l’economia non aveva ancora subito un crollo ma, il mercato finanziario, ha anticipato il declino nella prospettiva (fondata) che ci sarebbe stata una profonda crisi economica.

Nel secondo semestre invece, con la prospettiva di aiuti finanziari, interventi pubblici, statali ed europei, il mercato finanziario ha posato lo sguardo sulla possibile ripresa futura nonostante, nel presente, l’economia era a terra.

Dinamiche simili si sono verificate nel terzo-quarto trimestre.

Il 2020 è stato un esempio estremizzato del perché gli investitori dovrebbero scegliere gli investimenti sulla base delle prospettive future piuttosto che su quelle presenti. La distinzione netta fra i tempi dell’economia e della finanza non è mai stata così marcata.

Fuggire dal Mercato Finanziario Dopo un Forte Ribasso Non è Quasi Mai la Scelta Giusta

Gli investitori alle prime armi ragionano quasi al contrario rispetto ad un consulente finanziario. Acquistano quando i titoli sono già saliti e vendono quando sono in perdita.

Già con questa frase, dovrebbe essere facile capire quanto questa sia una strategia senza profitto.

Il concetto, si collega con ciò che abbiamo detto nel paragrafo precedente: mai giudicare gli investimenti sulla base dei dati presenti ma guardare alle prospettive future.

Psicologicamente, si tratta di una scelta difficile da compiere poiché i media continuano a inondarci di notizie che sono prettamente di carattere economico. Aziende che aumentano i guadagni, settori che hanno subito un forte crollo. Se sentite queste notizie, vuol dire che sono già successe ed è quindi troppo tardi sia per comprare sia per vendere.

Durante la pandemia, anche questo aspetto psicologico è stato estremizzato. Non sono pochi coloro che non hanno contato che, dalla crisi sanitaria, prima o poi, ne usciremo.

Nel mercato finanziario è sempre bene aver presente quali sono gli obbiettivi a lungo termine. Progettare e pianificare fin dall’inizio è la chiave per il successo. Per questo motivo, è consigliato affidarsi ad un esperto consulente finanziario piuttosto che pianificare male e farsi prendere dal panico.

Investire Tutto in un Singolo Settore o in una Singola Area Geografica è Rischioso

I mercati finanziari sono molto diversi per settori e aree geografiche.

Può capitare di investire una parte in un settore che ci riserva delle brutte sorprese ma, se abbiamo investito in qualcos’altro che, invece, tende a crescere, quanto meno si andrà in pari.

La stessa cosa vale per le aree geografiche. Ad esempio, in periodo di pandemia, il mercato cinese è salito del 5% in più rispetto a quello italiano.

Gli investitori dovrebbero avere portafogli molti diversificati e caratterizzati da un sovrappeso delle aree geografiche e dei settori che nei prossimi anni hanno prospettive di maggiore crescita.

Un buon investitore deve tenere a mente tutti questi consigli ma, per far sì che tutte le scelte siano oculate e profittevoli, è sempre bene affidarsi ad un buon consulente finanziario!

Come esperto, sono disposto ad aiutarti!

Se hai bisogno di supporto e aiuto per la gestione dei tuoi investimenti, contattami!

338 1619106

Per una prima consulenza, scrivimi!

ti contatterò molto presto per concordare data e luogo dell'appuntamento